Tutti gli strumenti digitali nascono per funzionare…questo è un fatto certo…

Le Aziende molte volte percepiscono come la soluzione ai loro problemi organizzativi sia l’introduzione di nuovi strumenti o integrazioni a quelli già in uso.

Una volta introdotti scoprono in realtà che il beneficio non è quello atteso!

Questo perché?

  • Lo strumento non funziona?
  • Non è adatto alle esigenze?

Oppure il motivo è più profondo…

  • Lo strumento in Azienda era ormai inadatto alle nuove esigenze, ma il cambio ha migliorato l’operatività in modo molto marginale?
  • Gli strumenti sono implementati, ma la maggior parte del processo informativo e gestionale è ancora gestito fuori sistema?
  • L’investimento tecnologico non ha portato i benefici sperati e auspicati?

Chiariamo subito: nella maggior parte dei casi, l’insuccesso non deriva direttamente dagli strumenti e dalla relativa qualità costruttiva!

Le cause sono insite nei processi informativi che sono alla base delle organizzazioni aziendali.

Ci capita spesso di incontrare Aziende che sentono la necessità di cambiare qualcosa al loro interno e lungo la propria Supply Chain, hanno la percezione che alcune dinamiche non funzionino nel loro assetto, ma non ne comprendono fino in fondo le cause prima di procedere con un’analisi dei processi aziendali interni.

Tipicamente queste sensazioni scaturiscono nella volontà di inserire uno strumento e applicativi verticali di varia natura.

Una volta inseriti e implementati all’interno dell’Azienda, l’organizzazione correlata all’utilizzo non beneficia pienamente delle potenzialità degli strumenti stessi.

Perché?

Partiamo dal presupposto che gli strumenti sono il tramite in cui l’organizzazione si esprime, determina la propria efficacia, sviluppa la propria efficienza.

Acquistare in primis un software per risolvere problemi organizzativi è tipicamente un approccio che sconsigliamo.

L’approccio che consigliamo in termini sequenziali:

  • Analisi dei processi aziendali in termini gestionali, organizzativi e informativi;
  • Definizione delle criticità, processi gestiti fuori sistema, ridondanze operative, colli di bottiglia;
  • Disegno di come il processo sarà ottimizzato, correlando l’adeguato utilizzo dello strumento selezionato;
  • Piano operativo al fine di programmare l’implementazione organizzativa a supporto dell’utilizzo degli strumenti.

Se vuoi saperne di più contattaci, e seguici anche sulla nostra Pagina LinkedIn per ricevere tutti gli aggiornamenti da Fabbrica del Valore.

Marco Businaro

Supply Chain Management

Email di Valore

Non la solita newsletter ma un set di strumenti utili.

Richiedi l’analisi specifica
per la tua Azienda

Un primo screening per la tua Azienda per sviluppare insieme il percorso di efficientamento.

    Il tuo nome *
    Il tuo cognome *
    Il tuo indirizzo email *
    Il tuo numero di telefono
    Il tuo ruolo in Azienda *
    Il nome dell’Azienda *
    Il numero di Partita IVA *

    Prenota una call con i nostri esperti di Procurement e logistica, Finanza e controllo gestione, Supply Chain, Fabbrica intelligente.
    Ti sapremo consigliare al meglio.