LOADING CLOSE

Sistemi produttivi

I sistemi produttivi comunemente vengono definiti attraverso la classificazione di Wortmann,
che divide i sistemi attraverso l’attribuzione del modello di richiesta del mercato:

A.T.O. (Assembly to order- Assembla sulla base dell'ordine)

L’attività di assemblaggio del manufatto viene tirata dalla ricezione dell’ordine del cliente, ed avviene successivamente alla fabbricazione dei componenti. Questo modello prevede due sistemi di gestione distinti:

Continua a leggere
M.T.O. (Make to order – Produzione su ordine)

Il sistema si attiva dopo la ricezione dell’ordine ma le modalità di progettazione possono essere eseguite precedentemente. Questo modello implica una valutazione del modello di business e del posizionamento di mercato che coinvolge diverse aree aziendali come Operations e Marketing;

E.T.O. (Engineer to order – Progettazione su ordine)

Il modello produttivo prevede che la fabbricazione possa avvenire dopo la ricezione dell’ordine. L’attività primaria di progettazione tiene conto di tutti i requisiti e le premesse tecniche specifiche richieste.

Tipicamente questo modello viene applicato nella gestione della commessa singola generalmente ad elevato valore unitario. In questo caso la progettazione entra nel ciclo produttivo e definisce in termini consistenti il Lead time complessivo.

I sistemi produttivi della tua azienda
sono efficaci o efficienti?

In un  mercato sempre più globale e complesso è necessario ragionare attraverso un apparente paradosso.
Avere un sistema produttivo efficace, quindi possedere la qualità del prodotto e coniugare gli indici di servizio verso il mercato di riferimento con un adeguato controllo dei costi è un concetto non sempre conosciuto ed è necessario farlo proprio se si vuole vincere le sfide del futuro .

La qualità nel suo complesso

Un esempio esplicativo su tutti, riguarda la qualità nel suo complesso: l’esperienza ci dice che i costi della non qualità del prodotto e del servizio rappresentano solamente un aspetto marginale nel computo dei reali costi della non qualità del processo produttivo. Prodotti difettosi sono l’effetto di processi produttivi difettosi e quindi inefficienti. Se pensiamo poi al servizio al cliente, direttamente collegato ai tempi di consegna, e quindi alla velocità di attraversamento del processo produttivo, le domande da porsi sono la seguenti:

  • I tempi di attraversamento possono essere coerenti alla domanda se il processo produttivo è inefficiente?
  • Quanto costa un processo produttivo efficace ma inefficiente?
  • Può un processo inefficiente avere tempi di attraversamento rapidi?

La risposta è retorica, ovviamente no!!!

Non possiamo pensare di essere veloci con le quotidiane attività di ricerca, riferite in gran parte all’esigenze istantanee e non programmatiche  che favoriscono la consegna di un prodotto a discapito di altri, generando inoltre costi non necessari.